LET'S MOVE ON TO AXIAL SPA

Data: giovedì 19 settembre 2013

Già svolto

Data scadenza registrazione: lunedì 2 settembre 2013
Scheda iscrizione

Sede: HOTEL GOLDEN TULIP GALILEI-PISA

Destinatari: REUMATOLOGI, MEDICI DI MEDICINA GENERALE E MEDICINA INTERNA, PEDIATRI

Responsabile scientifico: DR. ANDREA DELLE SEDIE
Programma scientifico.

Durata ore: 7, Crediti ECM: 9, Costo: -

Dettagli

L’Axial Spondyloarthritis può essere suddivisa in due differenti categorie: Spondilite Anchilosante (SA) e Non Radiographic Axial Spondyloarthritis (nr-axSpA). Con l’avvento della Risonanza Magnetica (RM) può essere rilevata la presenza di infiammazione a livello osseo anche in assenza di positività ai raggi X. Il gruppo di studio internazionale sulla Spondiloartrite (ASAS) ha stilato nuovi criteri di classificazione per i pazienti con  Spondiloartrite  Assiale ,in modo da stabilire degli standard  da applicare ai pazienti con o senza positività all’esame radiografico.

I Registri e i vari trial clinici hanno dimostrato che i pazienti con AS e i pazienti con nr-axSpA presentano livelli simili di attività di malattia e di manifestazioni cliniche, anche in assenza di positività all’esame radiologico. Le terapie disponibili consistono nell’uso di FANS in prima battuta, mentre i DMARDs, come metotrexato e sulfasalazina, non si sono dimostrati utili nel trattamento di queste patologie. Gli inibitori del TNF alpha sono l’unica terapia che si è dimostrata utile nel trattamento dei pazienti con SA non responsivi ai FANS. Per quanto riguarda invece i pazienti con nr-axSpA che non trovano beneficio con il trattamento con FANS, ad oggi l’unica altra possibile terapia approvata è Adalimumab, inibitore del TNF alpha.

Scopo del corso è differenziare la SA dalla nr-axSpA per ottenere una best-practice del paziente